Salta al contenuto principale
x

Rifasatori

 

La tradizione della gestione del rifasamento industriale

La linea di rifasatori automatici DPFC, ha portato Microidea a farsi largo nel mondo del rifasamento industriale e della green energy già dal 2009. Per Microidea il concetto di qualità dell’energia consumata sta alla base di tutta la produzione. Utilizzare tutta l’energia che si paga non è affatto una cosa scontata ma è un obbiettivo da perseguire con attenzione e costanza.

A cosa servono i rifasatori?

Ridurre lo sfasamento fra la tensione e la corrente indotta da un un carico reattivo è lo scopo dei rifasatori. Questi dispositivi riescono infatti a leggere in real-time lo sfasamento corrente / tensione assorbita dal carico e, tramite un algoritmo studiato appositamente, inserire e disinserire i banchi di condensatori per far loro consumare parte dell’energia assorbita e trasformarla in energia utilizzabile riducendo lo sfasamento naturalmente creato da tutte le applicazioni che utilizzano motori elettrici e processi industriali che utilizzano saldatrici o nel mondo del HVAC (riscaldamento e raffreddamento).

Il compito dei rifasatori è molto importante perché questi dispositivi servono a mantenere il fattore di potenza dell’intero impianto entro i limiti prefissati ed imposti dall’Ente Nazionale evitando così di incorrere in sanzioni economiche anche pesanti.

Non solo, i rifasatori impattano positivamente anche sul consumo di elettricità, poiché mantenendo il power factor vicino al fattore ottimale unitario, evitano sprechi o sovraccarichi.